Comunità Montana del Friuli Occidentale: costruire il futuro.
FESTIVAL dei GIOVANI delle DOLOMITI © Archivio Comunità Montana del Friuli Occidentale

Comunità Montana del Friuli Occidentale: costruire il futuro.

Per vivere bene nelle Alpi, il paesaggio, la cultura e le tradizioni rappresentano il piacere di vivere in certi luoghi anche lontani dalla città.

Ma la qualità della vita dei residenti cresce se i rapporti sociali sono forti e radicati. Ecco due iniziative della Comunità Montana del Friuli Occidentale. La prima dedicata al ruolo importante della donna nel contesto sociale e la seconda ai giovani attraverso il “FESTIVAL dei GIOVANI delle DOLOMITI”.

Woman on Summit
Woman on Summit © Archivio Comunità Montana del Friuli Occidentale

 

WOMAN on SUMMIT” iniziato e concluso con successo lo scorso anno, prosegue a grande richiesta. Dal mese di maggio 2016 riprendono gli incontri che hanno come obiettivo la comunicazione e la gestione dei conflitti. Si tratterà di tematiche e laboratori legati alla comunicazione, all’ascolto, rivolti a stimolare la nascita di gruppi con obiettivi, a ricercare soluzioni condivise ai problemi, ad affrontare e gestire al meglio i conflitti nei luoghi di lavoro, in ambito scolastico e famigliare. Saper migliorare i rapporti con gli altri esprimere i propri bisogni e sentimenti, costruire relazioni anche con persone diverse da noi e attivare soluzioni creative.

FESTIVAL dei GIOVANI delle DOLOMITI 2016 rappresenta una continuità con la partecipazione dei giovani in diversi Comuni: BARCIS, CLAUT, CIMOLAIS, ERTO, MEDUNO, PINZANO, TRAMONTI, MANIAGO coinvolgendo i territori della Valcellina e della Val D’Arzino. I ragazzi stanno realizzando testi, musiche e si esibiranno su un palco, suonando e cantando dal vivo i loro brani. E’ un festival che coinvolge anche gli adulti e che verrà valorizzato con la partecipazione di artisti e scrittori che hanno l’obiettivo di stimolare la conoscenza del territorio attraverso la sua storia, le avventure, lo sport, la natura, la montagna, la sostenibilità ed il lavoro; ci si propone di stimolare la creatività dei giovani per vivere in un luogo capace di offrire loro, assieme alla conoscenza del paesaggio, forti relazioni sociali e qualità della vita: musica, cultura e montagna come uno spettacolo unico per stare bene assieme.

Per una riforma delle istituzioni italiane e regionali, la Comunità Montana del Friuli Occidentale finirà entro l’estate la sua funzione e ci saranno le aggregazioni dei Comuni della Valcellina e della Val D’Arzino tutti assieme. La speranza è che queste e altre iniziative possano ritrovare, pur attraverso le nuove aggregazioni, lo spazio le la vitalità che hanno espresso sino ad oggi.