“Alleanza nelle Alpi” punta alle cooperazioni fruttuose
Tux/A © Allianz in den Alpen

“Alleanza nelle Alpi” punta alle cooperazioni fruttuose

I membri della Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” si sono incontrati alla fine di giugno 2014 per la loro Conferenza tematica a Tux im Zillertal, in Austria.

Nell’occasione si sono confrontati sulle prospettive di una cooperazione proficua e orientata al futuro. Quali sono le condizioni affinché le cooperazioni abbiano successo attraverso i confini dei comuni? Come si possono integrare le diverse capacità? Quali sono i presupposti per operare insieme? Lo scambio all’interno di una rete vitale può dare un notevole contributo in questa direzione.

Affinché la cooperazione tra comuni, ma anche tra diversi settori, sia fruttuosa è necessario un dialogo aperto e sincero. Nella sua relazione introduttiva, Gerald Koller, consulente tecnico e autore interdisciplinare nel campo di comunicazione, società e salute, ha dichiarato che insieme si vive e sopravvive più efficacemente, e mantenendosi più sani, che non stando da soli.

A questo proposito, anche nei progetti presentati la capacità di cooperare è l’aspetto centrale. Il comune austriaco di Krumbach, ad esempio, ha riferito della cooperazione tra comune, settore della ristorazione e parco naturale nell’ambito del progetto “Moore Krumbach”. Gli abitanti del comune e i visitatori dai dintorni entrano in contatto con l’ambiente naturale della torbiera accompagnati da un team di guide ambientali e gastronomi.

Incontro del progetto dynAlp-nature

Il comune di Krumbach trasferisce le proprie esperienze ad altri comuni anche nell’ambito del programma dynAlp-nature. È uno dei 25 comuni e regioni del progetto, provenienti da sette Paesi alpini, che mettono in pratica provvedimenti per la protezione della natura e della biodiversità nel quadro di dynAlp-nature. Il programma promuove progetti di cooperazione transnazionali che operano nel campo della creazione di valore regionale, delle aree verdi urbane, della gestione dei flussi turistici e delle zone umide. In occasione della Conferenza tematica i comuni del progetto si sono incontrati per la prima volta. La cooperazione è così diventata tangibile concretizzandosi nel confronto tra i comuni del progetto su visioni, piani e le prime esperienze maturate nei rispettivi progetti.

Evento collaterale MountEE

La Rete di comuni ha posto l’accento su un’altra priorità concentrando l’attenzione sul tema del costruire e ristrutturare in modo sostenibile nelle regioni di montagna. AidA è partner del progetto UE MountEE e offre sostegno ai comuni membri nel campo delle costruzioni e ristrutturazioni ad efficienza energetica di edifici pubblici. Con la collaborazione di architetti, esperti di energia e tecnici, sono stati elaborati gli obiettivi per la costruzione e la ristrutturazione di 30 edifici pilota. Nell’evento collaterale sono intervenuti comuni da Austria, Germania e Italia presentando i rispettivi progetti di costruzione e ristrutturazione.

La Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” si incontrerà per la prossima Conferenza tematica nel giugno 2015 nel comune francese di Saint-Martin-de-Belleville.