Strategie di adattamento ai cambiamenti climatici: l’impegno dei comuni italiani
Galleria: 3 immagini
Polcenigo © Francesco Pastorelli

Strategie di adattamento ai cambiamenti climatici: l’impegno dei comuni italiani

Gli effetti del cambiamento climatico si manifestano nelle Alpi con conseguenze spesso devastanti.

La sezione italiana della rete di comuni “Alleanza nelle Alpi”, nell’ambito di una collaborazione con Ministero dell’Ambiente e Segretariato generale della Convenzione delle Alpi sta realizzando una serie di seminari, rivolti in particolare ai comuni membri, sulle linee guida per l’adattamento locale ai cambiamenti climatici.

Gli effetti del cambiamento climatico si manifestano nelle Alpi con conseguenze spesso devastanti. Alluvioni, flussi di detriti e movimenti franosi, valanghe, scioglimento di ghiacciai e permafrost mettono a rischio insediamenti, infrastrutture e attività economiche. A queste si aggiungono la minor disponibilità di acqua per l’agricoltura e l’industria, la carenza di neve per le località sciistiche a seguito della diminuzione delle precipitazioni e dell’innalzamento della quota neve. Il cambiamento climatico rappresenta una delle principali sfide del secolo e produrrà un drastico cambiamento per la natura, l’uomo e l’economia.

Il primo dei seminari si è svolto ad Ormea, comune dell’Alta Valle Tanaro, in Piemonte, colpito duramente dall’evento alluvionale dello scorso novembre. Nell’occasione si è affrontato il tema dell’adattamento rispetto ai rischi naturali alla presenza, oltre che di amministratori comunali, di esperti in meteorologia e  nella gestione di eventi naturali estremi.

A Capizzone, comune della Valle Imagna, in Lombardia, è stato affrontato il tema dell’integrazione tra le  diverse politiche di adattamento ai cambiamenti climatici e presentato il Documento di azione regionale sull’adattamento al cambiamento climatico della Regione Lombardia, prima regione in Italia ad attivarsi in tal senso.

Nel terzo seminario, tenutosi nel comune di Vallarsa, in Trentino, alla presenza di esperti del gruppo di lavoro “Foreste” della Convenzione delle Alpi è stato affrontato il tema delle strategie di adattamento nell’ambito forestale. Qui si è evidenziato come gli obiettivi di adattamento relativi alle gestione forestale a livello locale mirano a incrementare la stabilità e la resilienza dei sistemi forestali e ad aumentare l’attenzione verso i servizi ecosistemici forniti dalle foreste.

A Budoia, in Friuli, in occasione della conferenza tematica di “Alleanza nelle Alpi”, il 24 giugno si svolgerà il seminario conclusivo nell’ambito del quale verrà proposto ai comuni di sottoscrivere un impegno a favore del clima ed in particolare a farsi parte attiva nell’adozione di strategie di adattamento al cambiamento climatico.