Strutture ben definite – migliori misure sociali: Les Belleville/FR
Galleria: 2 immagini
© Les Belleville/FR

Strutture ben definite – migliori misure sociali: Les Belleville/FR

Forte sviluppo del turismo invernale, con una marcata componente di lavoro stagionale e consistenti flussi migratori in entrata e in uscita – una situazione che richiede adeguate misure e offerte per una buona qualità della vita.

L’integrazione si raggiunge quando i comuni prendono in considerazione allo stesso modo le esigenze della popolazione locale e quelle delle persone immigrate. Tutti gli abitanti devono potersi sentire a proprio agio nel proprio contesto di vita per poterci rimanere volentieri. Nel quadro del progetto comunitario PlurAlps la Rete di comuni aiuta 10 comuni pilota a perseguire questo obiettivo. Si tratta di sviluppare insieme uno strumento per la programmazione sociale a medio lungo termine nei comuni, che viene poi sperimentato nei comuni pilota.

Nel comune pilota di Les Belleville è soprattutto l’immigrazione ad assumere un’importanza di rilievo, ma anche l’emigrazione della popolazione locale come conseguenza indiretta. Sempre più persone si trasferiscono nel comune (soprattutto giovani e adulti fino a 50 anni), ciò fa lievitare i prezzi in generale e in molti settori rende la vita troppo costosa per la popolazione locale. Ciò provoca l’emigrazione di un numero consistente di locali.

Le iniziative adottate dal comune in campo sociale sono piuttosto isolate e non sempre sufficientemente interconnesse. Tra l’altro nel comune manca un clinica ospedaliera pubblica. Attraverso la partecipazione al progetto PlurAlps in qualità di comune pilota, si persegue l’obiettivo di creare strutture ben definite in modo da poter lavorare più efficacemente e utilizzare al meglio le risorse.

Così come il paesaggio di Les Belleville è caratterizzato da montagne e valichi, così la predominanza del turismo invernale si ripercuote su tutti gli ambiti della vita del comune: come regione turistica alpina il comune deve affrontare con maggior decisione il tema del lavoro stagionale. I flussi migratori in entrata e in uscita per la stagione invernale e al termine di essa sono massicci. Lo sviluppo demografico di una regione è condizionato in misura determinante dal lavoro stagionale e ciò genera sfide, come ad esempio la messa a disposizione di abitazioni a prezzi accessibili, la mobilità nelle aree rurali e l’assistenza medica.

Come sostenere i lavoratori stagionali durante la stagione, ma anche per tutto il corso dell’anno? Come integrare i lavoratori stagionali nella vita sociale e offrire loro servizi adeguati come quelli a disposizione della popolazione locale? Di fronte a queste domande il comune deve trovare un punto di equilibrio offrendo servizi sufficienti per le diverse esigenze degli abitanti.

Sul piano della mobilità Les Belleville è servita dalla linea di bus “Belle Savoie Express”, che fa servizio tra Moutiers und Val Thorens.

Da circa un paio di anni i due comuni di Saint-Martin-de-Belleville e Villarlurin si sono uniti dando luogo a una nuova unità amministrativa dal nome di Les Belleville. Finora il comune è tuttavia poco integrato nelle cooperazioni regionali.

Questo progetto è cofinanziato dal Fondo europeo dello sviluppo regionale (EFRE) tramite il Interreg Programma Spazio Alpino. E dal Ministero tedesco dell’ambiente (BMUB).