Una storia alpina di successo
Galleria: 31 immagini
Fondazione della rete, 1997 © "Alleanza nelle Alpi"

Una storia alpina di successo

20 anni di scambio internazionale tra comuni con svariate attività che hanno prodotto effetti duraturi. E per il futuro: nuovi progetti e obiettivi grandi e piccoli – che solo insieme possono essere raggiunti.

Il 27.09.1997 23 comuni da tutto lo spazio alpino si incontrarono a Bovec/SL e fondarono un’associazione – la Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi”. A quel tempo nessuno poteva immaginare che 20 anni più tardi l’associazione sarebbe ancora stata in vita e il numero dei membri e le attività si sarebbero moltiplicate.

Rainer Siegele partecipò all’assemblea costitutiva per il comune di Mäder/AT e in seguito ha impresso un forte segno sulla Rete in qualità di presidente dal 1999 al 2012:

“Ciò che rende straordinaria l’esperienza della Rete è la varietà di approcci e impostazioni determinata dalle diversità culturali messa in campo per affrontare le stesse sfide”.

L’idea di fondo dei 23 comuni, con il sostegno della CIPRA International e dell’Istituto di ricerca alpina della Baviera, consisteva nell’attuazione della Convenzione delle Alpi a livello locale. Fino al 1997 erano stati pochi i passi compiuti in tal senso e i padri fondatori della Rete volevano far attecchire lo sviluppo sostenibile a livello comunale. Poiché nel proprio comune ogni concittadino può e vuole darsi da fare per preservare la qualità del proprio spazio vitale – per i propri figli e i propri nipoti. Perciò l’impostazione della Rete era ed è decisamente orientata alla prassi e il nostro motto “Confronto – impegno – concretezza” sempre attuale per i comuni alpini, oggi come ieri.

Grazie ai quattro progetti DynAlp e al progetto UE MountEE, nel corso degli anni nei comuni membro hanno potuto essere attuate le più svariate attività. Alcune di esse sono state ulteriormente sviluppate e si sono affermate a lungo termine. Con i due progetti attualmente in corso PlurAlps e speciAlps intendiamo promuovere la molteplicità nello spazio alpino – sia la molteplicità sociale nei nostri comuni sia la diversità biologica negli ambienti naturali e rurali.

Dal 2012 la Presidenza e il Segretariato della Rete hanno sede a Übersee am Chiemsee/DE. Marc Nitschke in qualità di presidente si impegna affinché gli interessi dei comuni siano presi adeguatamente in considerazione negli organi della Convenzione delle Alpi e di EUSALP (= Strategia per lo spazio alpino).

“20 anni fa i partecipanti non sapevano ancora che con la costituzione della Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” avrebbero gettato le basi per una storia di successo. Oggi, insieme a circa 250 comuni membri, guardiamo con ottimismo al futuro e a nuovi progetti per lo sviluppo sostenibile a livello comunale”.

Un’occasione per festeggiare insieme l’anniversario c’è già stata a giugno nell’ambito della conferenza tematica che si svolge con cadenza annuale. Erano presenti compagni di strada della prima ora, animati da una passione e un impegno per le Alpi rimasti inalterati nel corso degli anni:

Antonio Zambon/IT: „Man sagt ja, dass das Gras in Nachbars Garten immer grüner sei! Dem wollte ich auf den Grund gehen: Ich habe Ideen verglichen, alpenweit Erfahrungen ausgetauscht und bin dabei überall auf Interesse, Enthusiasmus, Solidarität und Freundschaft gestoßen. “

 

Hansjakob Falk/FL: “Se il comune di Schaan non avesse aderito ad “Alleanza nelle Alpi”, avrebbe avuto svantaggi soprattutto sul piano ideale: si sarebbero persi contatti internazionali tra persone animate da comuni intendimenti, interessanti comunicazioni e anche rapporti di amicizia.”

Unitevi a noi per seguire l’onda dei ricordi di questi 20 anni – pietre miliari, curiosità, volti vecchi e nuovi della famiglia AidA: potete sfogliare una rassegna di tutti questi momenti nella galleria di immagini.