La rete per i comuni alpini

Notizie

Conferenza online: Turismo all’aria aperta con vista sul futuro

Tra cambiamento climatico, rivendicazioni di sostenibilità e gestione di crisi. 16-17 novembre. La conferenza si svolge virtualmente.
©Giorgio Ferraris

Alpi occidentali duramente colpite da maltempo

Gravi danni anche nel comune membro di Ormea.

Governance e strategia energetica : le Comunità energetiche dei cittadini

Tra Magredi e Risorgive, colline e pianura, 18 Comuni dell’area pordenonese (in Friuli Venezia-Giulia), si sono accordati per un uso e uno sviluppo più efficiente, razionale e sostenibile dei loro territori e delle sue risorse energetiche naturali. Il tema cambiamento climatico e energia, saranno al centro delle attività del progetto che coinvolgerà i cittadini, le strutture pubbliche e private indirizzandole il più possibile all’autonomia energetica in modo democratico e solidale.
Centro scolastico di Budoia ©Antonio Zambon

Parlare di clima – ma come?

Personale, visuale, sociale: così la comunicazione sulla crisi climatica diventa più efficace. Circa 250 persone hanno discusso di lingua, psicologia e social media durante la conferenza online “Ascoltare, condividere, stabilire dei contatti”.
Oslo, Amburgo, Vienna, Bolzano: circa 250 partecipanti, provenienti dalle Alpi e non solo, hanno preso parte alle discussioni. ©Alleanza nelle Alpi

Networking tra aspettative e realtà – relazione trimestrale III/2020

Che cosa bolle in pentola per i nostri soci nell’autunno 2020

Progetti generazionali nei comuni di montagna

Come si può promuovere l’impegno e la partecipazione dei giovani e degli anziani in un comune?

Manifestazione: SettimanaAlpina Intermezzo 2020: Giovani & Clima - Quale coinvolgimento della gioventù alpina nel proprio futuro?

La visione dei giovani sui cambiamenti climatici nelle Alpi sarà il filo conduttore della SettimanaAlpina Intermezzo 2020 che si terrà dal 9 all'11 dicembre 2020 a Nizza.

Appuntamenti

Progetti

  • Obiettivo del progetto

    Valorizzare il potere curativo delle Alpi e delle loro risorse naturali per un turismo della salute sostenibile.

    Durata del progetto 2019 - 2022
    Partner 11 partner nelle Alpi
    Contributo 2.169.952 EUR
    Dettagli del progetto
  • Obiettivo del progetto

    Il Partenariato Alpino per Azioni Locali per il Clima (ALPACA) si basa sull’idea che i comuni e gli enti locali svolgono un ruolo chiave nella mitigazione e nell’adattamento ai cambiamenti climatici. In questa azione essi ottengono un forte sostegno da varie organizzazioni come le agenzie per il clima e l’energia, le reti e i ricercatori.

    Durata del progetto 2019 - 2020
    Partner CIPRA International, Città alpina dell'anno
    Contributo € 60.000
    Dettagli del progetto
  • Obiettivo del progetto

    BeeAware! si prefigge di coinvolgere attivamente i comuni alpini nella protezione delle api e di migliorare così le basi vitali delle api mellifere e selvatiche. Le api dipendono da una ricca biodiversità. Per sopravvivere le diverse specie di api hanno bisogno di diverse specie di piante, di luoghi adatti alla nidificazione e di punti di abbeverata. Una protezione complessiva delle api deve perciò operare per tutelare, migliorare e ampliare lo spazio vitale di questi fondamentali impollinatori.

    Durata del progetto 2018 - 2019 (completato)
    Partner CIPRA International
    Contributo € 680.000,00
    Dettagli del progetto
  • Obiettivo del progetto

    Riconoscere gli ambienti naturali di pregio, preservarli e valorizzarli sono gli obiettivo del progetto “speciAlps”. Esso si rivolge alle regioni invitandole a promuovere la ricchezza naturalistica nello spazio alpino a livello intercomunale e a favorire esperienze a contatto con la natura nella vita di tutti i giorni.

    Durata del progetto 2017 - 2020
    Partner CIPRA International
    Contributo € 215.155,00
    Dettagli del progetto

Stimmen aus dem Netzwerk

Valentin Zabavnik

„L’iniziativa per conservare e promuovere la coltura di antiche varietà di frutta locali e i frutteti estensivi ad alto fusto è stata sostenuta dal progetto dynAlp-nature. Attualmente è stato messo a dimora un frutteto con antiche varietà locali.“