La rete per i comuni alpini

Notizie

Turismo all’aria aperta come nuovo fenomeno mainstream

Pandemia da Covd-19, digitalizzazione e salute: sempre più persone trascorrono il loro tempo libero in montagna. In occasione della conferenza online “Turismo all’aria aperta con vista sul futuro” del 16 e 17 novembre 2020, esperti del mondo scientifico e professionale hanno discusso di come il turismo sostenibile e socialmente compatibile nella regione alpina possa avere successo.

Online-Event: Workshop Health – Work – Life!

Ideas for sustainable lifestyles in the Alps – 9. December 2020, online.

Incontro tra i Comuni italiani 2020

Il 16 e 17 Ottobre i comuni di Capizzone (Valle Imagna) e Dossena (Valle Brembana) hanno ospitato un incontro dei rappresentanti dell’associazione internazionale “Alleanza nelle Alpi”.
©Francesco Pastorelli

Alpi occidentali duramente colpite da maltempo

Gravi danni anche nel comune membro di Ormea.
©Giorgio Ferraris

L’autosufficienza e la cooperazione sono la chiave per la sopravvivenza dei piccoli comuni – uno sguardo alla Slovenia

La Slovenia è un piccolo Stato che per il suo carattere tipico e pittoresco esercita una forte attrazione per i visitatori. Il turismo in Slovenia ha conosciuto negli ultimi anni un vero e proprio boom, motivo per cui i comuni alpini devono far fronte a un gran numero di visitatori. Soprattutto i turisti provenienti dai paesi asiatici hanno scoperto le bellezze naturali di questi luoghi e visitano in massa i comuni turistici delle Alpi Giulie.

Conferenza online: Turismo all’aria aperta con vista sul futuro

Tra cambiamento climatico, rivendicazioni di sostenibilità e gestione di crisi. 16-17 novembre. La conferenza si svolge virtualmente.

Manifestazione Online: SettimanaAlpina Intermezzo 2020: Giovani & Clima - Quale coinvolgimento della gioventù alpina nel proprio futuro?

La visione dei giovani sui cambiamenti climatici nelle Alpi sarà il filo conduttore della SettimanaAlpina Intermezzo 2020 che si terrà dal 9 all'11 dicembre 2020 online.

Appuntamenti

Progetti

  • Obiettivo del progetto

    Valorizzare il potere curativo delle Alpi e delle loro risorse naturali per un turismo della salute sostenibile.

    Durata del progetto 2019 - 2022
    Partner 11 partner nelle Alpi
    Contributo 2.169.952 EUR
    Dettagli del progetto
  • Obiettivo del progetto

    Il Partenariato Alpino per Azioni Locali per il Clima (ALPACA) si basa sull’idea che i comuni e gli enti locali svolgono un ruolo chiave nella mitigazione e nell’adattamento ai cambiamenti climatici. In questa azione essi ottengono un forte sostegno da varie organizzazioni come le agenzie per il clima e l’energia, le reti e i ricercatori.

    Durata del progetto 2019 - 2020
    Partner CIPRA International, Città alpina dell'anno
    Contributo € 60.000
    Dettagli del progetto
  • Obiettivo del progetto

    BeeAware! si prefigge di coinvolgere attivamente i comuni alpini nella protezione delle api e di migliorare così le basi vitali delle api mellifere e selvatiche. Le api dipendono da una ricca biodiversità. Per sopravvivere le diverse specie di api hanno bisogno di diverse specie di piante, di luoghi adatti alla nidificazione e di punti di abbeverata. Una protezione complessiva delle api deve perciò operare per tutelare, migliorare e ampliare lo spazio vitale di questi fondamentali impollinatori.

    Durata del progetto 2018 - 2019 (completato)
    Partner CIPRA International
    Contributo € 680.000,00
    Dettagli del progetto
  • Obiettivo del progetto

    Riconoscere gli ambienti naturali di pregio, preservarli e valorizzarli sono gli obiettivo del progetto “speciAlps”. Esso si rivolge alle regioni invitandole a promuovere la ricchezza naturalistica nello spazio alpino a livello intercomunale e a favorire esperienze a contatto con la natura nella vita di tutti i giorni.

    Durata del progetto 2017 - 2020
    Partner CIPRA International
    Contributo € 215.155,00
    Dettagli del progetto

Stimmen aus dem Netzwerk

Isabella Moosbrugger

„Per me il convegno in Francia è stato un’esperienza nuova e interessante, ho conosciuto persone simpatiche che si impegnano per il loro comune e la natura. Che loro ci abbiano fatto visita nell’orto della stazione è stato un grande regalo per noi.“