Start-Alp

Progetti / Start-Alp
Start-Alp

Obiettivo del progetto

Nuovo modo di lavorare nei comuni rurali. Utilizzare le nuove tecnologie come motore di sviluppo.

Durata del progetto: 2020 – 2021
Partner: 4 comuni pilota nella regione alpina bavarese
Contributo: Finanziamento totale AidA: 51.215,00 EUR

La digitalizzazione sta cambiando il modo in cui tutti noi ci comportiamo – come lavoriamo, come comunichiamo, come affrontiamo la nostra vita quotidiana. I comuni si confrontano con questo cambiamento sociale e si rendono conto che i modelli precedenti non funzionano più. Si impegnano per rendere la loro localizzazione più attraente per la popolazione e l’industria e hanno bisogno di soluzioni digitali per il turismo, la mobilità e la comunicazione. 

Le nuove tecnologie devono essere viste come un’opportunità e possono essere un motore di sviluppo per una migliore qualità della vita, per nuove forme di lavoro e quindi per la competitività.

L’insediamento di nuove forme di impresa capaci di futuro, come ad esempio le start-up, permette ai giovani accademici di tornare nel proprio comune di origine e di trovare un lavoro nel proprio luogo di residenza. In questo modo, il tempo richiesto dagli spostamenti come pendolari può essere reso disponibile come tempo libero, che a sua volta può essere destinato ad attività di volontariato che vanno a beneficio della collettività e serve a mantenere la coesione all’interno del comune.

Se i comuni sostengono l’insediamento di nuove start-up, investono nella loro attrattività per le giovani generazioni, contrastando così la loro emigrazione e incoraggiando l’afflusso di giovani/famiglie.

Il sostegno alle start-up significa anche uno spostamento verso un’economia più verde e a basse emissioni. Alle nuove forme di impresa spesso basta un PC e una buona connessione a Internet. Richiedono poco spazio, producono uno scarso impatto da traffico, inquinamento o rumore e hanno un’impronta di carbonio relativamente bassa.

Ma in che modo i comuni possono incoraggiare l’insediamento di start-up? Quali requisiti sono necessari per i giovani fondatori e come si instaura uno scambio reciproco? In che modo si preparano i comuni per una generazione di “nativi digitali” alla ricerca di modi di vivere e lavorare attraenti nello spazio alpino?

Il progetto Start-Alp si propone di trovare risposte a queste domande, perché acquisire padronanza della digitalizzazione significa anche pensare in rete, lavorare in partnership e conoscere e implementare modelli trasferibili.

Start-Alp si svolge da ottobre 2020 a dicembre 2021 ed è finanziato dal Ministero dell’ambiente e della tutela dei consumatori della Baviera.